Luigi Agretti

(La Spezia, 16 agosto 1877 – 17 novembre 1937)

 

 

I primi insegnamenti, gli furono impartiti dal padre Cesare, valido pittore e decoratore stabilitosi a Spezia dalla natia Perugia. All’età di quindi anni, si reca in provincia di Perugia, a Monte Castello di Vibio, dove esegue il suo primo lavoro solitario: la decorazione del Teatro della Concordia. 

A Genova, nel 1895 vince un premio dedicato ai giovani artisti, si reca a Roma dove frequenta l’Accademia delle Belle Arti e contemporaneamente lavora per i suoi maestri Bruschi e Brugnoli, coadiuvandoli in molti lavori a Roma, a Firenze, a Perugia, a Cagliadi e Palestrina.

All’età di ventitré anni realizza numerose opere di rilievo in città. L’Accademia di Belle Arti perugina lo nomina Accademico di merito e gli offre la cattedra per l’insegnamento del nudo e per l’anatomia pittorica. Cattedra che tuttavia rifiuta per non lasciare la sua città e i suoi affetti.