Adolfo Geri

(Napoli, 28 agosto 1912 – Roma 27 marzo 1988)

 

 

Nasce in una famiglia di attori inizia a recitare sin da bambino in teatro e successivamente nel cinema, dove debutta, nel 1933, nel film L’eredità dello zio buonanima diretto da Amleto Palermi. Nel 1938, entra all’interno della Cooperativa di Doppiaggio di Roma che dal 1945 diventò CDC, divenendo in poco tempo una delle voci più ricorrenti. La sua voce brillante e disinvolta viene prestata a grandi nomi dello schermo come Gene Kelly, Arthur Kennedy, Richard Widmark, e molti altri. 

Nel 1952, dopo aver doppiato Gene Kelly nel famoso musical Un americano a Parigi (1951), Adolfo Geri lasciò la CDC a causa di contrasti con alcuni colleghi trasferendosi al doppiaggio di film presso la O.D.I.  Inoltre collabora con e la EIAR, poi RAI , dal 1936 fino a gli anni sessanta, presso al Compagnia di Prosa di Roma e soprattutto in quella di Firenze.

 

 

Ha doppiato

 

Gene Kelly in Cantando sotto la pioggia, un americano a Parigi, i tre moschettieri, Due marinai e una ragazza, L’allegra fattoria, Facciamo il tifo insieme, Un giorno a New York.

 

Arthur Kennedy in Arcipelago in fiamme, una pallottola per Roy, L’avventura impossibile, Boomerang, L’arma che uccide, La città del peccato.

 

Richard Widmark in Bandiera gialla, Duello nella foresta Okinawa, Le rane del mare, Uomo bianco tu vivrai!, Assassinio sull’Orient Express.

 

Ricardo Montalban in Bastogne, La figlia di nettuno, Su di un’isola con te, Due settimane d’amore, il messicano, il cacciatore del Missouri

  

Hugh Marlowe in Eva contro Eva, L’uomo dell’est Ultimatum alla Terra

 

Fred Astaire in La Taverna dell’allegria

 

Rand Brook in Via col vento

 

Steve Brodie in Odio implacabile

 

Filmografia

 

1933/ L’eredita dello zio buonanima, regia di Amleto Palermi 1934 La cieca di Sorrento, regia Nunzio Malasomma

 

1935/ Fiat Voluntas Dei, regia di Amleto Palermi

 

1935/ La Gerusalemme liberata, regia di Enrico Guazzoni

 

1936/  Cavalleria, regia di Goffredo Alessandrini

 

1938/  Orgogli, regia di Marco Elter

 

1939/ Eravamo sette vedove, regia Mario Mattoli

 

1942/  Catene invisibili, regia Mario Mattoli

 

1942/ Il nemico, regia di Guglielmo Giannini

 

1948/  l Fiacare n 13, regia Mario Mattoli

 

1953/ Le avventure di Cartouche, regia di Gianni Vernuccio

 

1953/ Canzoni a due voci, regia Gianni Vernuccio

 

1953/  Traviata’ 53, regia Vittorio Cottafavi

 

1954/  Il prigioniero del re, regia di Giorgio Rivalta

 

1956/  Maruzzella, regia di Luigi Capuano

 

1958/ Erode il grande, regia Arnaldo Genoino e Viktor Turž

 

1960/  I Cosacchi, regia Giorgio Rivalta

 

1970/  Metello, regia Mauro Bolognini

 

1970/ Solo andata, regia Josè Giovanni