Acciaio

 

Trama

 

 

Mario, bersagliere ciclista, viene congedato e torna al suo lavoro di operaio alle acciaierie di Terniconfidando di ritrovare e sposare Gina, che era la sua fidanzata. Ma la ragazza, intanto, si è legata a Pietro, anche lui operaio ed i due confessano apertamente a Mario la loro relazione. A causa di ciò Mario e Pietro, un tempo grandi amici, litigano, ma il lavoro li costringe a stare vicini. Un giorno un'incomprensione tra i due durante una colata causa un grave incidente nel quale Pietro viene investito da un lingotto incandescente. Benché Pietro, moribondo, abbia il tempo di dire che il responsabile dell'incidente non è Mario, costui, a causa del noto contrasto che li divideva, è considerato dalla comunità responsabile dell'atroce morte del collega. Isolato e disprezzato da tutti, Mario pensa di mettere a frutto la sua esperienza militare e di darsi al ciclismo professionistico, lasciando il lavoro della fonderia. Quando sembra che questa prospettiva sia ormai a portata di mano, Mario, ancora innamorato di Gina con cui spera di poter riallacciare il rapporto, decide di tornare in fabbrica a fare l'operaio, dove sarà a fianco del padre di Pietro, che ha sempre creduto alla sua innocenza.

 

 

Note cinematografiche

 

 

Titolo : Acciaio

Lingua: Italiano

Paese: Italia

Anno: 1933

Durata 67 min.

Colore: B/N

Genere: Drammatico

Regia : Walter Ruttmann

Soggetto: Luigi Pirandello

Sceneggiatura: Walter Ruttmann, Mario Soldati

Produttore: Emilio Cecchi, Baldassare Negroni

Produttore: Emilio Cecchi

Casa di  produzione: Cines

Distributore: SAS

Fotografia: Massimo Terzano, Domenico Scala

Montaggio: Walter Ruttman, Giuseppe Fatigati

Musiche: Gian Francesco  Malipiero, dirette da Mario Rossi

Scenografia: Gastone Medin

 

 

Attori

 

Piero Pastore

Vittorio Bellacini

Alfredo Polveroni

Romolo Costa

Romano Calò

Giulio Massarotti

Olga Capri

Arcangelo Aversa

Enzo Pagliericci

Domenico Serra